Palermo scende in piazza per dire no al razzismo

2 min read
La solidarietà per Kande Boubacar.
A distanza di una settimana dall’aggressione al ventenne senegalese in pieno centro, tanta gente si ritrova in piazza per dire ad alta voce che “Palermo non è razzista”.
È stato un sabato – quello di ieri – come tanti, siamo a piazza Verdi, davanti al Teatro Massimo e per molti palermitani non è un momento di shopping in centro, ma un’occasione per gridare ancora una volta, che “Palermo è una città che difende l’unica razza che esiste, la razza umana. Credo che Palermo stia dimostrando ancora una volta che vuole essere libera dalla paura del diverso”. Queste le parole del sindaco Leoluca Orlando in prima fila al corteo.

L’appello era stato lanciato sui social con un post diventato virale: “Da semplici cittadini, senza casacche di alcun partito ma ispirati da principi di rispetto universale, chiediamo la partecipazione attiva di tutti per farci sentire da chi intende strumentalizzare l’odio e alimenta divisioni. Vorremmo poter gridare forte tutti insieme: No al razzismo!”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.