Carnevale 2020 in Sicilia: i personaggi e le sfilate più belle nell’isola

2 min read

Carnevale in Sicilia è un periodo abbastanza sentito fin dai tempi antichi anche perché come da tradizione era ed è, quel periodo che precede la Quaresima, periodo di silenzio e digiuno. Periodo dove ogni potente può diventare un clown e viceversa, i siciliani hanno sempre trovato nel Carnevale un periodo di riposo e divertimento dal duro lavoro che una volta veniva fatto nei campi. E così in ogni provincia questa festa ha avuto più o meno il suo successo, addirittura alcuni ne hanno fatto una vera e propria arte.

Una storia antica

Il termine Carnevale arriva dal latino “carnem levare”, espressione nata nel Medioevo per indicare il divieto religioso di consumare carne nel periodo quaresimale, in particolar modo il venerdì. Da quando era attivo il divieto ? Per tradizione il Carnevale termina il Mercoledì delle Ceneri, giorno che da il via ufficialmente alla Quaresima ossia quaranta giorni prima della Pasqua. Prima di ciò però il popolo era solito darsi a qualsiasi gozzoviglia, mangiando in maniera smisurata, bere come se non ci fosse un domani, ballare e travestirsi da qualcosa o da qualcuno. Nacquero così le maschere.

La maschera tipica

In tutta la penisola, sono nate le varie maschere con i caratteri e le sembianze dei vari territori, come ad esempio: Meneghino e Arlecchino in Lombardia, Gianduja in Piemonte, Pantalone e Colombina in Veneto, Stenterello in Toscana, Balanzone in Emilia Romagna, Rugantino nel Lazio, Pulcinella in Campania e in Sicilia ? Ebbene si, anche la Sicilia ha la sua maschera: Peppe Nappa. Di quest’ultimo alcune città siciliane si contendono la nascita di questo personaggio astuto, goloso, ballerino e un po’ sfaticato che in siciliano verrebbe tradotto in “accattuni”, ma sembra che abbia avuto i natali a Sciacca. Proprio durante il carnevale di Sciacca, al termine della festa, il carro con l’immagine di Peppe Nappa viene bruciato,c così come avviene per altri personaggi, il che sta ad indicare la fine del vecchio e l’inizio dell’anno nuovo.

Le città più importanti

Ma dove trascorrere il Carnevale in Sicilia ? Ecco le città più importanti che celebrano questa festa:

  • Acireale
  • Acquedolci
  • Antillo
  • Avola
  • Balestrate
  • Brolo
  • Castellana Sicula
  • Cinisi
  • Corleone
  • Francavilla di Sicilia
  • Giardini Naxos
  • Gioiosa Marea
  • Misterbianco
  • Palazzolo Acreide
  • Petrosino
  • Piraino
  • Regalbuto
  • San Cono
  • San Filippo del Mela
  • Santa Lucia del Mela
  • Saponara
  • Sciacca
  • Scicli
  • Taormina
  • Termini Imerese
  • Valderice

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *