I Colori del Mondo: bianco o nero? Scelgo il blu, finalmente si torna a navigare!

3 min read

CHI SIAMO 

AntoedEnri, architetti di professione, indagano da anni con la loro stessa vita tutti gli aspetti legati all’uomo ed al suo ambiente. Abitanti del mare a bordo di una barca a vela ed appassionati escursionisti di terra, coniugano il legame che li unisce al nostro pianeta con la passione per la conoscenza, recuperando l’empatia con l’ambiente nel rispetto del sistema in cui tutti noi siamo parte.

I COLORI NEL MONDO

Brevi report alla scoperta dei luoghi vicini e lontani, delle atmosfere e delle voci che popolano la nostra vita, ma che per molti di noi appartengono al mondo dell’invisibile.

BIANCO O NERO? SCELGO IL BLU

di AntoedEnri

Finalmente si torna a navigare!

E’ la cosa che più amiamo fare, quando liberi da impegni e dal lavoro arriva il momento in cui è possibile togliere i colli alle gallocce di poppa che servono a farci stare ben ormeggiati in porto, siamo sempre emozionati, stiamo per lasciare la terra ferma e prendere il largo. Navigare, tagliare per miglia e miglia con la prua della nostra barca la superficie dell’acqua, immergersi in un susseguirsi di atmosfere cangianti, incontrare chi il mare decide di mettere sulla nostra strada, gente che parla nuovi dialetti, respirare profumi diversi e poi l’immenso blu, apparentemente vuoto, ma ricco di vita che sta sotto la superficie visibile e sin dentro le profondità degli abissi.

Questa volta è diverso, due mesi fermi in porto, un lockdown che ha svuotato le strade, le piazze, le nostre città ma anche i mari.

Noi esseri umani cerchiamo di dare  sempre una spiegazione a tutto ed anche al COVID-2019, chi dice che la natura si sia vendicata per le azioni compiute dall’uomo, chi pensa ad un complotto di nazioni che hanno deciso di governare il mondo, chi sostiene che tutto è finalizzato al controllo di tutti noi, chi ha ipotizzato il business delle case farmaceutiche e per ultimo abbiamo sentito parlare di una forma di pulizia etnica rivolta agli anziani per così alleggerire l’inps dall’erogare le pensioni.

Non credo che nessuno di noi sia in grado di dare una spiegazione al perché di questa pandemia, però siamo certi di una cosa, noi esseri umani siamo una presenza molto forte nell’ambiente. Abbiamo invaso spazi della natura che appartenevano agli animali e non sempre possiamo dare una risposta alla domanda che ci si pone spesso se abbiamo fatto bene o male. Non sempre le cose sono bianche o nere, esiste anche il blu, quell’immenso strato di acqua ricco di vita, di pesci, tra cui i nostri amati delfini. Ed è proprio un branco di 20 delfini che abbiamo incontrato durante la nostra navigazione o chissà, forse sono venuti proprio loro a cercarci lungo la nostra rotta, dopo questo lungo periodo di lontananza dall’uomo a causa del  lockdown hanno voluto festeggiare il nostro incontro per più di un’ora, di solito giocano con la prua delle nostra barca per 5, massimo 10 minuti ma mai per così tanto tempo.

Forse gli siamo mancati, forse la presenza dell’uomo nel loro ambiente non è così negativa come spesso si vuole far credere, ma una cosa è certa, la sensazione che abbiamo avuto è quella che l’essere umano deve scegliere ADESSO di preservare il blu, altrimenti, al termine di un lockdown, non troverà mai più nessuno a fargli festa.

Video Delfini

 

Print Friendly, PDF & Email

11 thoughts on “I Colori del Mondo: bianco o nero? Scelgo il blu, finalmente si torna a navigare!

  1. Scelgo il blu è una posizione che condivido al 100%! Sia in senso figurato che in senso critico. Non abbiamo risposte assolute su questi grandi temi ma sicuramente possiamo fare delle scelte… Scegliere il blu è sicuramente un modo per vedere il mondo da un punto di vista che pone alla base di tutto il rispetto nel senso più ampio del termine.

  2. Forse quei delfini sentivano che quella barca è portatrice di amore, di rispetto e di umanità che su quella barca c’erano degli amici e che gli avrebbero rispettati, così non hanno avuto paura. Se rispettiamo la natura essa è generosa con noi e capace di darci momenti unici ed emozionanti.
    Grazie per questa rislessione

  3. Grazie. Bella visione.
    La terra non va chiamata Terra, ma Acqua. Homo sapiens é troppo presuntuoso a dominare tutto e la sta pagando, una lezione prima di tutto per interiorità e Sguardo al destino personale.. Così la vedo io.
    Guido
    MILANO

  4. Benvenuti a bordo, seguiteci virtualmente in questo viaggio alla scoperta della bellezza nel mondo!
    AntoedEnri

  5. Benvenuti a bordo, seguiteci virtualmente in questo viaggio alla scoperta della bellezza nel mondo!
    AntoedEnri

  6. Scelgo il blu è una posizione che condivido al 100 %! Sia in senso figurato che in senso critico. Non abbiamo risposte assolute su questi grandi temi ma sicuramente possiamo fare delle scelte… Scegliere il blu è un modo per vedere il mondo da un punto di vista che pone alla base di tutto il rispetto nel senso più ampio del termine!

  7. Amo la natura e della natura fanno parte anche gli uomini.
    Più vita per tutti, uomini, animali, piante e anche sassi.
    Ho dimenticato qualcosa?
    Grazie per il vostro racconto che, diversamente dal solito, non polarizza.
    Non è: “o noi, o loro”, evviva il blu.

  8. I colori del mondo sono tanti ma sicuramente quello predominante è il blu, infatti basta osservare una foto scattata dallo spazio per rimanere affascinati e colpiti dall’intensità di questo colore che non è altro che il colore degli oceani che occupano i 2/3 della superficie terrestre …forse il nostro pianeta si sarebbe dovuto chiamare Acqua anziché Terra. Eppure una delle proprietà dell’acqua è che è incolore. Quel blu scaturisce forse dal colore del cielo che in essa si rispecchia quasi a significare la relazione profonda e imprescindibile tra parti del creato che si relazionano tra di loro. L’acqua elemento essenziale alla vita, ancora oggi purtroppo nonostante sia così diffusa, non è una risorsa accessibile a tanti uomini, donne e bambini del pianeta. Questo comporta la morte quotidiana di migliaia di persone, soprattutto bambini. La comunità umana dovrebbe indignarsi e intervenire per porre fine, o quantomeno porre un freno, a questa strage quotidiana che investe maggiormente le popolazioni povere del mondo. Certamente la soluzione ci sarebbe, non occorre trovare un vaccino, basterebbe stornare fondi e utilizzare il buon senso affinché quanto dichiarato dall’assemblea generale dell’ONU nel 2010 possa realmente avverarsi: “Il diritto all’acqua potabile ed ai servizi igienico sanitari è un diritto dell’uomo essenziale alla qualità della vita ed all’esercizio di tutti i diritti dell’uomo”.
    Allora con lo stesso entusiasmo di quei magnifici delfini, amici dell’uomo, promuoviamo il diritto all’acqua, coloriamo di blu la vita di ogni uomo, lasciamoci inondare dal desiderio e dalla passione per il bene comune ACQUA, per sorella ACQUA, perché essa non venga maltratta e prostituita dall’ingordigia degli avidi e dei spregiudicati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *