“Musik von der Insel”, note siciliane nel cuore della Svizzera

3 min read

Conto alla rovescia per la rassegna “Musik von der Insel”, l’evento artistico che celebra la musica e la cultura italiana – ed in particolare siciliana – nel cuore della Svizzera.

L’edizione di quest’anno – a differenza del passato con una sola tappa ospitata all’interno della Chiesa Cittadina di Biel/Bienne – sarà caratterizzata da un programma articolato in quattro date (dal 26 al 29 dicembre) ed in quattro diverse città.

Musik von der Insel” (Musiche dall’Isola) nasce da un’idea di Marcus e Lily Muller con la direzione artistica di Francesco Maria Martorana, chitarrista, autore e fondatore della Compagnia “Tango Disìu – le musiche dei porti” con la loro musica trascinante fatta di strepitosi virtuosismi musicali.

Frutto dell’esigenza dei percorsi artistici ed umani personali degli artisti coinvolti, “Tango Disìu” è un “desiderio”, un importante divertissement, che prende forma, di volta in volta, fra i ricercati ma naturali dialoghi sonori del musicista di “guitarra de tango” Francesco Maria Martorana, primo ideatore del lavoro, e una serie di altri artisti dalle provenienze ed estrazioni più disparate.

Tango Disìu – spiega Francesco Maria Martorana – è strutturato sulla base di esperienze ed incontri fra “portatori di conoscenze lontane”, fra Sicilia e Argentina, fra il Mare Nonstrum e l’Oceano del porto fluviale, che si riconducono ad unità radicate a medesime origini siciliane e italiane che non disdegnano mai di intrecciarsi a quelle di ogni altra provenienza; è, quindi, il lavoro di numerose persone i cui contributi sono evidentemente diversificati. Le produzioni del Gruppo sono lavori che affondano le radici nel ricco immaginario del tango rioplatense, nella musica d’autore e popolare siciliana, nel fado lisboeta e nel comune sentire che fluisce “per mare” fra queste musiche e le loro genti.
Sappiamo che “Tango Disìu” parla di Tango e Desiderio; due cose che solo nell’animo umano hanno patria: siamo artigiani e artisti naviganti, a volte felicemente privi di bussole e smarriti sin rumbo, senza meta. In ognuno, prima o poi, si incide un disìu, questo o quel desiderio appassionato”.

Insieme alla folta squadra di musicisti di Tango Disìu, sarà presente ancora una volta il Maestro Alfio Antico che impreziosisce l’edizione 2019 con la sua preziosa collaborazione e la sua profonda amicizia.

Siamo onorati di poter essere, in queste occasioni, i rappresentanti della musica e della cultura italiana ed in particolare siciliana presso i paesi d’oltralpe – afferma Marco Martorana – che da secoli hanno guardato all’Italia e alla Sicilia come ad un punto di riferimento artistico imprescindibile. In tal senso è per noi motivo d’orgoglio ricevere il fondamentale supporto della Società Dante Alighieri, che da sempre si occupa di diffondere la cultura italiana nel mondo”.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.