Presepe nelle scuole? Ai Musulmani piace

2 min read

Non coinvolgeteci anche quest’anno, in prossimità del Natale, con le polemiche sul Presepe nelle scuole”, lo ha affermato Bouchaib Tanji, presidente della Lega Islamica del Veneto.

Direttamente o indirettamente, si cerca di tirare in ballo i musulmani riguardo la realizzazione del presepe nelle scuole.
Vedere un Presepe, cantare il Natale o ascoltare il nome di Gesù e di Maria, ai musulmani non dispiace, anzi – sottolinea l’Imam Bouchaib Tanji, presidente della Lega Islamica del Veneto “Basta leggere il Corano per sapere che per i musulmani Gesù Cristo è un grande profeta che ha compiuto miracoli. Gesù e la Vergine Maria si incontrano in circa 100 versetti del Corano”.
L’Imam, sottolinea, che sarebbe opportuno che si creassero occasioni per far conoscere a tutti, bambini e giovanissimi compresi, i fondamenti della fede islamica, i luoghi di preghiera e le tradizioni islamiche.
Il bisogno di conoscenza delle altre religioni in tutta la loro diversità e nei loro legami con le diverse realtà politiche e culturali oggi è una sfida che chiama in causa scuole e istituzioni.
A questo proposito sono state avviate alcune esperienze nelle scuole, grazie ai docenti che credono nel dialogo tra le diverse fedi e, soprattutto, nella religiosità delle persone . Dice ancora l’Imam “Benvenuto il Presepe, benvenuta ogni pratica e tradizione religiosa che rispetta la persona umana e la sua libertà di scelta
Auguri quindi a tutti per le prossime Feste di Natale sperando che portino più dialogo e accoglienza e meno polemiche.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.