Il “Viaggio in Italia” attraverso antiche immagini della flora mediterranea

1 min read

Un racconto del Belpaese attraverso il patrimonio culturale di archivi e biblioteche dello Stato. Mirto, pini marittimi, aranci, oleandri, così come ginepro, pini silvestri, faggi e querce: i profumi e i colori del Mediterraneo, le essenze e le spezie che si incontrano sulle sue rive o sui sentieri appenninici, gli aromi di piante capaci di scatenare ricordi di viaggi passati sono al centro del nuovo capitolo della campagna digitale “Viaggio in Italia” proposta dal Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo attraverso le immagini della flora mediterranea provenienti dagli archivi e dalle biblioteche dello Stato.
Un itinerario particolare, fatto di preziose rappresentazioni di piante ornamentali, boschive, da frutto e floreali tratte da stampe e antichi erbari conservati nelle collezioni statali per dar vita sulla rete a un percorso attraverso gli elementi fondanti del paesaggio italiano: la macchia mediterranea, le colture fruttifere, il bosco appenninico e quello alpino.
Una narrazione che, con gli hashtag #viaggioinitalia e #paesaggioitaliano, si dipana lungo la rete dei canali digitali del Mibact per ritrovare gli odori e i colori delle diverse realtà del nostro Paese, capace di regalare in poche ore l’esperienza della brezza marina e quella dell’aria montana.
Una selezione delle immagini provenienti dalle ricche collezioni archivistiche e bibliotecarie del MiBACT è disponibile sul sito al link www.beniculturali.it/viaggioinitalia_profumi.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *