Io sono nato il 23 maggio

3 min read

23 Maggio 1992
Nessuna parola se no una poesia …

Soltanto una poesia e null’altro può arrivare dritto al cuore e far vibrare le corde della nostra anima.
Sono le parole in versi di Roberto Crinò che ancora una volta vanno dritte al cuore.
Lo abbiamo incontrato per ricordare quel 23 Maggio 1992 che ha cambiato per sempre non sola la nostra Palermo, ma sopratutto ognuno di noi .
Chi ha vissuto da giovane adulto o da ragazzo quei giorni delle stragi Falcone e Borsellino è come se fosse nato il 23 maggio 1992…
Nato a nuova vita di consapevolezza, con occhi nuovi sulla città, nel segno di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, nel segno di tutti coloro che hanno parimenti perso la propria vita per non aver piegato la testa contro la “cultura” di morte mafiosa.
Da ciò anche il titolo di un’altra poesia che ho dedicato al 23 maggio:
“in hoc signo”
… vinces, speriamo”.

“Io sono nato il 23 maggio”

Io sono nato il 23 maggio
quando misi me sulla via
della consapevolezza
quando l’afa pomeridiana
esplose di viltà e cadde
il velo dell’innocenza
di un’età giovane e ignara
e allora scoprii una città
ferita e umiliata
splendente e segregata
scoprii il senso di un’identità
dannata e benedetta
ingannata dalla storia
vilipesa dalla memoria
argillosa dei suoi figli
e così cominciai a camminare
scalzo e inesperto
e il 19 luglio fui battezzato
col fuoco e col sangue
con un boato di pezzi
di angeli in volo
e vidi per la prima volta
ciò che prima distratto
non scorgevo
la luce e la cecità
a sfidarsi in un teatrino
di menzogne e incanti
i colori e i canti
perle pittoresche
a celare tetri mostri
Io sono nato il 23 maggio
e in volo sulla mia città
fanciulla portentosa
ho imparato ad amarne
ferite e oscenità
il genio e la santa
mirabilie e vanità
a portarla con me
ovunque i miei passi
mi spingano con occhi
vivi e impavide narrazioni

Roberto Crinò

Roberto Crinò è nato a Palermo, il 3 ottobre 1972. Docente di Lettere al Liceo Classico ”Vittorio Emanuele II” di Palermo, scrive versi, prosa e testi di canzoni. Diversi sono i progetti di musica inedita da lui animati come compositore dei testi e di melodie e come cantante, tra questi Le Anomalie, rock band venata di echi letterari. Si è laureato nel 2000 in lettere moderne con una tesi di laurea su “La questione ebraica in Germania durante l’Illuminismo”, scritta in parte presso l’università di Heidelberg (Germania).
Nel giugno 2018 pubblica, per i tipi della casa editrice romana Ensemble, la sua prima raccolta di poesie dal titolo “Le coincidenze significative. Canti di Anomalie e Resilienza”. Nell’ottobre 2019 pubblica, sempre con Ensemble, la sua seconda raccolta poetica dal titolo “Ineffabile mutazione”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.