La bontà del pescato ibleo vola a Terra Madre Salone del Gusto

3 min read

Promuovere la cultura del mare, far conoscere uomini e risorse, raccontare i territori legati al mare sensibilizzando i consumatori all’utilizzo dei prodotti ittici pescati o allevati localmente. Sono queste le finalità del progetto “Street & Truck Food Festival”sostenuto dal Dipartimento Regionale Pesca Mediterranea della Sicilia e giunto alla sua quarta edizione.

L’Associazione Pescatori “San Francesco” di Scoglitti (RG), che si sta occupando dell’attuazione del progetto finanziato dal Dipartimento della Pesca con i fondi del PO FEAMP 2014-2020 mis. 5.68 cod. progetto 12/MCO/22, ha messo in cantiere una serie di appuntamenti che si snoderanno tra settembre ed ottobre. A fine mese si volerà a Torino per partecipare a Terra Madre Salone del Gusto, la più importante manifestazione internazionale dedicata al cibo buono, pulito e giusto e a chi lo produce in programma dal 22 al 26 settembre prossimi a Parco Doria. In particolare, ci saranno due iniziative ospitate nello stand di Slow Food Sicilia:

– sabato 24 settembre 2022, ore 17-18. Presentazione del progetto con la partecipazione di un rappresentante/dirigente del Dipartimento della Pesca Mediterranea della Regione Siciliana. Focus su “Pesca artigianale in Sicilia e valorizzazione del pescato locale”: l’esperienza dei Presídi Slow Food della Masculína da màgghia del golfo di Catania e della Alaccia salata di Lampedusa, con degustazione di conserve ittiche. A coordinare l’incontro sarà il giornalista Carmelo Maiorca, responsabile regionale della rete Slow Fish per Slow Food Sicilia (partner del progetto “Street & Truck Food Festival”). 

domenica 25 settembre, ore 15-16. Presentazione del progetto “Street & Truck Food Festival” con la partecipazione di un rappresentante/dirigente del Dipartimento della Pesca Mediterranea della Regione Siciliana. Focus su “La promozione del pescato siciliano, fra cultura del mare, sostenibilità delle attività di pesca e tipicità gastronomiche” con degustazione di arancine di pesce preparate dagli chef dello stand di Slow Food Sicilia, tutti unitidal claim di questa edizione ossia #RegenerAction: una rigenerazione che parte dal cibo affinché questo diventi motore della transizione ecologica necessaria al profondo rinnovamento del pensiero e della società, unica via per affrontare le crisi in atto.A coordinare l’incontro sarà sempre il giornalista Carmelo Maiorca, responsabile regionale della rete Slow Fish per Slow Food Sicilia.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.