“Aquile Randagie”, al cinema il film sugli scout che dissero no al fascismo

2 min read

Tutto pronto, oggi 30 settembre in tutte le sale italiane esce il film “Aquile Randagie”, ispirato ad un gruppo di scout lombardi che dissero NO al fascismo. In Italia sono gia 200 mila gli scout e non solo che oggi si recheranno in più di 200 sale cinematografiche per guardare la storia vera di questi scout lombardi che salvarono più di 2000 ebrei dalla barbarie fascista e nazista attraverso le montagne.

“Legge di libertà e fraternità”

Il governo del 1928 soppresse lo scoutismo in Italia e questo durò fino al 1948 con la fine del fascismo in Italia e del nazismo in Germania. Ma gli scout non si fermarono di fronte a tale prepotenza e continuarono il loro operato “clandestinamente”, Aquile Randagie racconta dunque una storia vera di quel periodo. Alcuni ragazzi lombardi, scout, dopo la soppressione da parte del governo, non smisero mai di indossare la divisa poiché cucita sulla loro pelle e nei loro cuori e continuarono a seguire la “legge di libertà e fraternità”. E così: “Usando messaggi in codice e cifrati per non venire scoperti – si legge sul sito ufficialequei ragazzi continuarono a ritrovarsi, utilizzando la Val Codera (provincia di Sondrio), per le attività clandestine, i campi estivi, i fuochi serali”. E così grazie alla loro attività “clandestina”, questi giovani scout, grazie ai passaggi in montagna salvarono la vita a più di 2000 ebrei che erano ricercati dai nazifascisti.

La crew

La regia è stata affidata a Gianni Aureli, il quale ad ANSA ha così dichiarato: “Si tratta di un film diretto ai giovani, che vuole parlare loro con le parole dei giovani di un’altra epoca, quando un altro mondo sembrava impossibile, ed invece il cambiamento si realizza proprio grazie a loro: forse eroi, certo giovani fedeli e ribelli”. Le scenografie sono state curate dalla giovane Gaia Moretti ed ancora Massimo Bertocci e Francesco Losavio, quasi tutti scout o ex scout.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.