“Motori di Futuro”, premiata l’azienda dell’imprenditore Francesco Calvagna

2 min read

Grani antichi, biodiversità siciliana e filiera partecipata, ecco gli elementi che hanno permesso all’imprenditore Francesco Calvagna dell’azienda ” ‘A Cuccagna” di vincere il premio “Motori di Futuro” del CNA Scilia.

La produzione

Francesco Calvagna presidente del CNA di Termini Imerese (PA) produce la sua pasta di grani antichi siciliani con marchio ” ‘A Cuccagna” il tutto in collaborazione con il “Molino Ferrara” di San Cataldo, il quale quest’ultimo ha siglato contratti di filiera sui grani antichi con diverse aziende agricole che  producono in regime biologico e che garantiscono al consumatore finale un prodotto di eccellenza. Per quanto riguarda i grani nello specifico è importante far chiarezza sul fatto che in Sicilia esistono
52 varietà di grano di cui: 49 grano duro e 3 grano tenero ma tuttavia al momento sono solo 5 sono iscritti al registro delle varietà da coltivazione e troviamo: Tumminia, Perciasacchi, Maiorca, Russello, Senatore Cappelli.

Le parole di Calvagna

“Il progetto – spiega Francesco Calvagna – consiste nella riconversione dei campi alla semina dei grani antichi. Ogni persona interessata al progetto può, con un piccolo contributo, partecipare alla filiera controllata e partecipata, garantendosi a fine raccolto 50 kg di pasta e 30 di farina, seguendo il progetto dal chicco fino alla pasta in pentola”. Per quanto riguarda l’uso di diserbanti, Calvagna precisa che: “I nostri grani non hanno bisogno di nessun trattamento fitofarmaco né di glifosato”.

Come partecipare

Il progetto dunque può essere qualcosa alla portata di tutti, pizzaioli, panificatori ma anche a persone che hanno dei terreni incolti e che desiderano metterli in produzione, per tal motivo si possono chiedere informazioni sulla pagina facebook ‘A Cuccagna oppure via email all’indirizzo acuccagnatermini@gmail.com .

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.