Bella, talentuosa e siciliana la nuova Ragazza per il Cinema

5 min read

È siciliana, la nuova Ragazza per il Cinema” 2020, Alice Carbonaro, 19 anni, da Messina, con il numero 16. La carovana di “Una Ragazza per il Cinema”, ha attraversato, nonostante il momento drammatico dell’emergenza Coronavirus, in lungo e in largo, l’Italia, “illuminandola di bellezza”, in compagnia di attori, produttori, registi, giornalisti, musicisti, cantanti e personaggi vari del mondo della cultura e dello spettacolo. Un’edizione rimaneggiata, ma al tempo stesso straordinaria, voluta fortemente dai patron Antonio Lo Presti e Daniela Eramo, per avere una continuità. Le ragazze, hanno avuto il privilegio, di sfilare, per la finale, in uno dei luoghi più belli, l’Anfiteatro di Capo dei Greci, Taormina.

Alice Carbonaro adesso è impegnatissima per il Tour Promozionale, in tutta la Sicilia, prima di iniziare a studiare presso Studio Cinema” a Roma, grazie alla Borsa di Studio vinta. Una delle tappe è stata Savoca, dove, la nuova eletta, accompagnata dal Vice Sindaco del Comune di Savoca, Pippo Trimarchi e dall’Assessore al Turismo, Enico Salemi Scarcella, ha visitato il “Bar Vitelli”, meta ogni giorno di turisti.

All’ingresso di Savoca, nel messinese, in un antico palazzo nobiliare, conosciuto come “Palazzo Trimarchi”, si trova ancora l’insegna di uno dei bar più famosi di tutta la Sicilia, il “Bar Vitelli”, reso celebre dal film “Il Padrino”, con “Al Pacino“. Il bar è rimasto praticamente intatto, fermo agli anni ’70.

Grazie sempre al Vice Sindaco, per rivivere anche i luoghi in cui furono girate le scene della pellicola che ha fatto la storia del cinema, la “Ragazza per il Cinema” 2020, a bordo della classica “Ape”, ha fatto un giro del centro storico di Savoca, facendo tappa, per un aperitivo, alla “Dolce Vita”, di Giancarlo De Clò.

Il gruppo, dopo Savoca, si è spostato, a Casalvecchio Siculo e, dopo aver visitato anche qui il centro storico, la serata si è chiusa al Ristorante “Sikania Sapori” di ieri e di oggi, dove lo chef Paolo Carnabuci, ha preparato un cena da “Diva”, dedicata alla vincitrice della 32esima Edizione di “Una Ragazza per il Cinema”.

Un grazie per l’organizzazione e collaborazione, al collega e amico Saro Laganà.

Un’altra tappa è stata con la città di Messina. “Alice, bella e talentuosa!”, ha così affermato Cateno De Luca.

Il Sindaco di Messina, Cateno De Luca e l’Assessore agli Spettacoli e Grandi Eventi Cittadini Francesco Gallo, hanno, infatti, ricevuto a Palazzo Zanca, Alice Carbonaro, la giovane messinese eletta nuova “Ragazza per il Cinema” 2020, accompagnata dal patron del concorso Antonio Lo Presti, dall’Ufficio Stampa Nazionale il Giornalista Lucio Di Mauro, che ha coordinato l’incontro e da Giovanni Grasso dell’Agenzia Karamella. Il Sindaco De Luca, nel dare il benvenuto alla vincitrice della 32esima edizione del Premio Nazionale di Bellezza e Talento, si è soffermato proprio sul termine talento in quanto nella vita “non è il più bravo o la più bella, come in questo caso, ad avere successo, ma chi riesce ad esprimere al meglio le proprie caratteristiche. Spesso nella vita si hanno le qualità ma non si ha la capacità di metterle a frutto, e chi le ha non riesce ad esprimere il proprio talento. E’ fondamentale poi avere la capacità e la consapevolezza che un concorso non finisce nel momento magico della vittoria ma piuttosto rappresenta l’inizio di un percorso di crescita nell’ambito del settore. Ti auguro – ha concluso il Sindaco – di potere scoprire tutte le meraviglie della vita che ti aspettano e naturalmente la città di Messina ti ringrazia per questa possibilità che le stai dando di essere alla ribalta nel settore del cinema, dello spettacolo, della televisione, e di portare fuori il nome di Messina e le nostre tradizioni”.

Ha aperto l’incontro l’Ufficio Stampa Nazionale, Lucio Di Mauro che  ha sottolineato –  “Il nostro evento è il primo concorso nel suo settore che offre realmente alle concorrenti opportunità di crescita professionale nei vari settori dello spettacolo. Grazie alle collaborazioni strette in ogni ambito del mondo dello spettacolo. Le aspiranti modelle, tutte motivate, partecipano con la speranza di essere notate da qualche importante addetto ai lavori ed avere dunque la possibilità di cominciare a muovere i primi passi nel mondo dello spettacolo. Così come è successo a Giusy Buscemi, incoronata e vincitrice nel 2010, a Giulia Todaro eletta nel 2014, ad Alessia Debandi, eletta nel 2016, solo per citarne alcune, sono diventate, qualche anno dopo, affermate attrici di fiction e protagoniste al cinema. La bellezza ha sposato, ancora una volta, il talento e l’opportunità – – chiude il Giornalista – per la Finale Nazionale di “Una Ragazza per il Cinema”. Settanta modelle, provenienti da tutta Italia, hanno sfilato in uno dei luoghi più belli, l’Anfiteatro del Resort Capo dei Greci, Taormina”.

Una Ragazza Per il Cinema, per aspiranti modelle – afferma il Patron Antonio Lo Prestisi differenzia da ogni altro Concorso, perché non punta alla ricerca esclusiva della bellezza femminile, ma tende ad individuare attraverso le numerose selezioni, elementi nuovi dotati di talento, personalità e dalle precise caratteristiche professionali per essere proposte nel Mondo dello Spettacolo, della Moda, del Cinema, della Pubblicità e della Televisione”.

Siamo coscienti del richiamo turistico di simili iniziative – ha proseguito l’Assessore Galloe dell’importanza di questa attività di ricerca di talenti, auguro alla vincitrice di continuare nel solco della tradizione iniziata da Anna Kanakis negli anni ‘70, proseguita poi da Maria Grazia Cucinotta, Francesca Chillemi e altre ancora con l’auspicio che si ricordi sempre della sua città e della vicinanza avuta in questo momento”.

Sono emozionata, ma felicissima, dedico questa vittoria ai miei genitori, che mi hanno aiutato in questa avventura – ha affermato la nuova eletta Alice Carbonaro –  ma soprattutto, la dedico ad una persona che non è più con me. Il giorno del mio 18° compleanno ero in macchina con mia cugina e lei non è più qui con me. Devo dirle grazie, perché sono qui e ho questa corona, grazie a lei. Ho tanto da affrontare davanti a me, le dedico questo momento. Un grosso abbraccio a tutte le altre ragazze che ho conosciuto – continua la vincitrice – è stata un’esperienza che non dimenticherò. Amo il mondo dello spettacolo, mi piacerebbe intraprendere una carriera come attrice”.

Al termine dell’incontro, il Sindaco e l’Assessore Gallo hanno donato ad Alice rispettivamente il “crest” della città ed un omaggio floreale.

Metti assieme una squadra di seri professionisti, vestiti di prestigiosi brand italiani, sponsor di alto livello, un pool di straordinari fotografi, cameraman, parrucchieri e truccatori, artisti nazionali, service audio e luci, una regia intelligente e snella e, soprattutto, l’entusiasmo dei giovani Patron Antonio Lo Presti e Daniela Eramo, ed ecco svelata la ricetta, per un concorso di bellezza e talento, una manifestazione di alta moda, ed uno spettacolo coinvolgente ed emozionante.

Definire la bellezza, in tutte le sue infinite sfaccettature, è quasi impossibile ma, un dato è assolutamente inconfutabile: la bellezza è qualcosa che genera piacere in chi la possiede e in chi la osserva. Da sempre le donne hanno desiderato essere belle, ma di certo, mai come oggi. La bellezza siciliana, insomma, è tornata a splendere, come il sole dell’Isola, che oltre ai canoni estetici coniuga, moda, arte e spettacolo.

Chiudo, riprendendo una massima di Lucio Seneca, che deve far riflettere e che rispecchia perfettamente il “leitmotiv” di “Una Ragazza per il Cinema”:

La fortuna non esiste: esiste il momento in cui, il Talento, incontra l’Opportunità”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *