Agatone, un palermitano diventato Papa a 103 anni

2 min read

Spesso, molti si chiedono: ma ci sono stati dei “papi” siciliani ? Ebbene la risposta è sì! Sono stati in tutto 5 i papi che avevano origini siciliane anzi quasi 6 ma il sesto ebbe una storia contorta ed a causa di un “veto” non poté salire al soglio pontificio ma la storia di oggi è quella del palermitano Agatone.

Un Papa palermitano

Quest’ultimo nacque proprio a Palermo probabilmente nell’a.d. 575 da una famiglia agiata e dopo la morte di genitori, si ritirò in un convento palermitano dove intraprese la vita ecclesiastica. Le notizie sulla sua vita prima di diventare pontefice sono poco chiare e imprecise ma quello che sappiamo per certo è il fatto che nel momento della sua elezione, aveva 103 anni e certa è anche la sua data di morte avvenuta tre anni dopo a 106 anni. Con questi numeri importanti, Agatone è attualmente il Papa più anziano mai esistito da San Pietro a Papa Francesco. Ma nonostante la sua importante età, Agatone convocò il “sesto concilio ecumenico” tenutosi a Costantinopoli e fu proprio durante quest’ultimo che il pontefice palermitano risolse una importante questione teologica dichiarando così eretica la dottrina del: “Monotelismo di Cristo”. Quest’ultima ffermava che nella persona di Cristo vi era la sola volontà divina la quale aveva assorbito quella umana ma chiaramente così facendo, veniva meno l’umanità di Cristo. Fu proprio dopo quel concilio che Bisanzio abbandonò il monotelismo e ricucì i rapporti con Roma e nonostante la sua età, Agatone raggiunse anche l’Inghilterra dove riuscì ad elevare la croce a simbolo di Gesù al posto dell’agnello dando così ai cristiani inglesi una nuova simbologia di riferimento.

Tre anni di rivoluzione

Il papato di Agatone durò solo tre anni ma furono intensi e ricchi di santità per questo oggi come allora viene venerato santo dalla chiesa cattolica e anche da quella ortodossa. Il suo doveva essere un papato di “transizione” ma la sua santità lo portò a risolvere importanti questioni di base della chiesa cattolica e non solo.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.