Elon Musk svela al mondo Starship, l’astronave che porterà gli uomini sulla Luna e su Marte

3 min read

Foto di: Photograph Loren ElliottGetty Images

l vulcanico miliardario Elon Musk non si ferma mai ha svelato gli ultimi dettagli della nave spaziale recentemente assemblata della sua compagnia, prospettando una sequenza di sviluppo assai rapida per il nuovo veicolo di SpaceX.

Oggi SpaceX è uno dei principali partner della NASA, per la quale porta in orbita satelliti e rifornimenti verso la Stazione Spaziale Internazionale (ISS). La società di Elon Musk è anche impegnata da anni nello sviluppo di un sistema di trasporto per gli astronauti verso la ISS, che attualmente possono raggiungere la Stazione solamente tramite le Soyuz russe e con passaggi piuttosto costosi da svariati milioni di dollari. Il programma per il trasporto degli equipaggi, che coinvolge anche Boeing con un sistema alternativo a quello di SpaceX, ha però subìto grandi ritardi a causa di alcuni problemi tecnici.

Si tratta di una nave molto importante, considerando che è quella destinata a trasportare gli esseri umani sulla Luna e su Marte. 

Un progetto visionario

Musk ha illustrato il suo visionario progetto è stato mostrato a una folla di appassionati e giornalisti specializzati, nel piccolo villaggio di Boca Chica, in Texas, attraverso delle animazioni – che simulavano l’atterraggio di astronavi sulla Luna e su Marte – prevedendo che il primo volo orbitale del razzo – ovviamente sperimentale – arriverà nei prossimi sei mesi, seguito da missioni nello spazio con gli umani a bordo appena l’anno successivo.

Starship – questo è il nome nuovo mezzo spaziale – una volta completato sarà alto 50 metri e avrà un diametro di 9 metri, con la capacità di trasportare in orbita fino a 150 tonnellate di materiale. Per poterlo fare, sfrutterà la spinta di un grande razzo chiamato Super Heavy: avrà lo stesso diametro di Starship, ma sarà alto 68 metri.

Super Heavy potrà ospitare fino a 37 Raptor, i motori di nuova generazione che SpaceX sta sviluppando per i suoi veicoli spaziali. Durante la presentazione, Musk ha spiegato che il numero dei motori potrà variare a seconda delle missioni e dei carichi da portare in orbita. Il razzo avrà comunque bisogno di almeno 24 motori per poter essere utilizzato.

Quando partirà la missione ?

A fine agosto SpaceX ha sperimentato con successo un prototipo in scala ridotta di Starship, facendogli raggiungere circa 150 metri di altezza, prima di farlo tornare al suolo con un atterraggio controllato, frenato dai suoi stessi motori. Musk ha condotto la sua presentazione mentre aveva alle spalle un prototipo molto più grande di Starship, annunciando di volergli far raggiungere l’orbita terrestre entro sei mesi: “Sembra una cosa da pazzi, ma penso che potremmo raggiungere l’orbita in meno di sei mesi. Se i miglioramenti nella progettazione e nella costruzione continueranno a essere esponenziali, penso che la mia stima di riuscirci in pochi mesi sia accurata”.

La missione di Musk sulla Luna si allinea all’obiettivo della Nasa di inviare sul nostro satellite gli esseri umani entro il 2024 con il suo programma Artemis.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.