Vuoi tornare in Sicilia ? Caro Natale ? C’è “AttraversaTram”

3 min read
“AttraversaTam” è un iniziativa lanciata da Stefano Maiolica per provare a superare il problema del caro voli durante le vacanze natalizie e permettere ai tanti giovani che vivono al nord Italia di ritornare in Sicilia per festeggiare il Natale con i propri cari.
In che modo ?

Un fenomeno virale

Il 14 novembre Stefano Maiolica lancia uno sfogo, nella sua pagina Facebook, relativo al costo dei viaggi nel periodo delle feste. Il post raccoglie tante condivisioni e non resta confinato nella rete ma viene accolto da una società di trasporti, molto conosciuta, che mette a disposizione un pullman di 87 posti. I ragazzi così potranno tornare a casa ad un costo molto più basso del mercato.
Il pullman partira’ il 20 dicembre e farà delle tappe intermedie sino ad arrivare in Sicilia .
Inoltre otto aziende, hanno messo a disposizione i fondi per i ‘biglietti sospesi’, tra queste c’è anche Fud Bottega Sicula che, oltre ai biglietti, donerà gadget ai passeggeri. “Se un terrone chiama, Fud risponde – ha commenta ironicamente a Repubblica Andrea Graziano, fondatore del marchio”. ci sembra inaccettabile che tanti ragazzi debbano rinunciare a trascorrere a casa il Natale per colpa del caro biglietti. Cerchiamo di essere vicini come possiamo a tutti i siciliani che hanno nostalgia di casa”.
Quasi tutte le aziende che hanno aderito all’iniziativa sono milanesi.
Buon Natale!!!!

Il post su Facebook

Ecco il post diventato virale sulla pagina Facebook dei meridionali fuorisede:
“Cara Trenitalia, cara Ryanair, cara politica italiana, qui è un semplice terrone a Milano che vi scrive, ma lo fa con il cuore in mano e a nome di tutti quelli come lui. Non siamo stupidi, siamo ben consapevoli che l’economia si fondi sulla legge della domanda e dell’offerta e che siamo davvero in tantissimi a voler tornare a casa per le feste. Però, non pensate che sia poco carino lucrare sul nostro affetto, sulla nostra nostalgia, sul nostro bisogno di passare un semplice Natale in famiglia? Non fraintendeteci, non vogliamo fare polemica con voi, anche perché sarebbe del tutto inutile. No! Noi vogliamo farvi una semplice e gentile richiesta: non fateci spiegare a nonna che non potremo passare la sera della Vigilia giocando a carte con lei perché il biglietto costa troppo; non fateci spiegare a mamma che non potremo apparecchiare la tavola per il cenone perché il biglietto costa troppo; non fateci dire a papà che dovrà guardare “Una poltrona per due” da solo perché il biglietto costa troppo. Fateci tornare a casa a un costo decente, per favore”.
Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.