L’ultimo saluto a Gigi Proietti, grande commozione e lunghi applausi

2 min read

© Fondazione Musica Per Roma / foto Musacchio, Ianniello & Pasqualini

Un girono triste per il mondo del teatro ma anche per la città di Roma, sono infatti ancora in corso i funerali di Gigi Proietti, grande attore e colonna portante del teatro, del cinema e dello spettacolo italiano. La sua Roma, oggi in lutto e silenziosissima ha accolto il corteo funebre con una cerimonia lunghissima, dapprima il saluto delle autorità della città in Campidoglio, per raggiungere poi il Globe Theatre che da oggi verrò intitolato a lui. Qui durante la cerimonia, la sua ultima entrata in scena, in quel teatro da lui stesso fatto costruire e che oggi ha visto il ricordo di diversi attori, colleghi come Marisa Laurito, Massimo Wertmuller, Paola Tiziana Cruciani e allievi celebri come Enrico Brignano, Flavio Insinna e Rodolfo Laganà. L’evento è stato trasmesso in diretta su Rai 1.

L’estremo saluto

Ad accompagnare Proietti anche un folto numero di Carabinieri in onore del suo celebre “Maresciallo Rocca” e anche la Polizia Municipale Roma Capitale, in ricordo del suo ruolo del vigile urbano in “Febbre Da Cavallo”. Dopo il commosso saluto accompagnato da innumerevoli applausi scroscianti, il corteo ha raggiunto Piazza del Popolo per l’ultimo saluto all’interno della celebre “Chiesa degli Artisti”.

Il commosso saluti di Marisa Laurito

“Tu non morirai mai, perché nessuno ti dimenticherà. Siamo noi che siamo stati privati dalla tua ironia, dalla tua intelligenza, senso sociale, cultura, dalla tua bellezza, maturità. Con i tuoi capelli ribelli finalmente diventati bellissimi, bianchi. Questo lutto è di tutti perché eri troppo speciale Gigi.
Energia pura sul palcoscenico, pigrizia brillante a casa, generoso come pochissimi protagonisti. Sempre pronto ad dare un consiglio. Amico con gli amici, innamorato da sempre della sua compagna, delle sue figlie: grande in tutto. Quando entrava nel camerino, non entrava solo un amico, entrava il teatro. Sei stato un maestro, grazie per avermi dato la tua amicizia. Ciao Gigi, ci vediamo presto”.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.