Palermo: disagi alla rete idrica, Amap: “un nuovo repentino aumento della torbidità nelle acque prelevate dall’invaso Poma”

1 min read

Photo: (Pixabay)

Amap informa che a causa delle precipitazioni meteoriche della passata notte, è stato registrato un nuovo repentino aumento della torbidità nelle acque prelevate dall’invaso Poma che ha costretto ad operare un ennesimo fermo dell’impianto di potabilizzazione Cicala. Allo Stato attuale le consegne ai comuni della fascia costiera occidentale non sono state chiuse e le stesse verranno alimentate, temporaneamente, tramite le acque accumulate all’interno dell’acquedotto Jato.

Nelle prossime ore si verificheranno comunque forti disservizi nei seguenti comuni:

> Balestrate e Trappeto (zone esterne),
>Terrasini e Cinisi (reti non gestite da Amap),
>Carini (zona C.so Italia e S. Anna),
>Capaci,
>Isola delle Femmine,

e nella rete idrica del Comune di Palermo, in particolar modo nei distretti:

>Rocca,
>Boccadifalco,
>Borgonuovo,
>Uditore,
>Calatafimi,
>Perpignano alta,
>Strasburgo,
>Resuttana – S. Lorenzo,
>Villagrazia,
>Borgo Molara.

Le condizioni di approvvigionamento attuale non escludono comunque che anche negli altri distretti cittadini possano presentarsi anomalie alla distribuzione idrica. Considerate le condizioni di forte vulnerabilità dell’invaso Poma allo stato attuale non è possibile fornire delle previsioni per il rientro della problematica. I tecnici di Amap stanno operando un costante monitoraggio dei parametri di qualità dell’acqua in arrivo dall’invaso al fine di consentire, non appena possibile, il rispristino della funzionalità dell’impianto di potabilizzazione Cicala.

Ogni aggiornamento sarà disponibile sul sito www.amapspa.it ovvero telefonando al numero 091.279111 (risponditore automatico) o al numero verde 800-915333 (esclusivamente da telefono fisso).

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *