'

'

Riaperta l’autostrada Palermo – Catania, Musumeci: “Paghiamo l’inerzia di Anas”

2 min read

Sono quasi ultimati i lavori di messa in sicurezza e ripristino della viabilità sull’autostrada A19 Palermo-Catania, chiusa ieri dopo la rottura di un giunto. Ma quanto accaduto ha fatto adirare il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci che ha chiesto anche attenzione al Ministro per le Infrastrutture ed i Trasporti per fare il punto della situazione su strade e autostrade siciliane.

Autostrada riaperta in serata

Dal canto suo Anas informa che entro stasera il tratto sarà  riaperto anche ai mezzi pesanti eccedenti le 3,5 tonnellate, che al momento vengono deviati allo svincolo di Termini Imerese e, percorrendo la strada statale 113 “Settentrionale Sicula”, possono fare rientro in autostrada allo svincolo di Agglomerato Industriale. “Sono stati infatti ultimati qualche ora in anticipo rispetto alle previsioni – precisa Anas con una nota ufficiale i lavori finalizzati al risanamento di un giunto di dilatazione avviati con urgenza nella serata di ieri e proseguiti per tutta la notte per ridare continuità alla circolazione autostradale”.

Le parole di Musumeci

Intanto il presidente Musumeci ha attaccato il governo nazionale secondo il quale quest’ultimo è anche responsabile per quanto accaduto. “La chiusura dell’autostrada Palermo-Catania – dichiara Musumeci –dà, ancora una volta, ragione a noi che da due anni chiediamo un costante monitoraggio dell’importante arteria. A pagare l’inerzia e il menefreghismo dell’Azienda di Stato sono, come sempre, i cittadini, costretti anche adesso ad affrontare disagi che potrebbero prorogarsi nel tempo. Al ministro delle Infrastrutture chiediamo per la Sicilia l’attenzione che l’Isola merita, al di là dei proclami e delle buone intenzioni”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *