900 anni fa la morte di Fra’ Gerardo Sasso, fondatore dell’Ordine di Malta

2 min read

Il 3 settembre 1120 moriva a Gerusalemme il Beato Fra’ Gerardo Sasso, fondatore dell’Ordine di San Giovanni di Gerusalemme o meglio conosciuto oggi come Sovrano Militare Ordine di Malta. E oggi grande festa a San Pietro in Scala, in provincia di Salerno paese che ha dato i natali al Beato Sasso, alla presenza del Luogotenente Interinale, Fra’ Ruy Gonçalo do Valle Peixoto de Villas Boas ed ancora i rappresentanti del governo italiano il Ministro della Salute, Roberto Speranza. Parteciperanno anche il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca e il sindaco di Scala, Luigi Mansi. La celebrazione inoltre verrà trasmessa in diretta su TV2000.

Breve biografia

Nato a San Pietro in Scala intorno al 1040 in piena Costiera Amalfitana, dopo essersi recato a Gerusalemme prestò il suo servizio nell’ospedale collegato alla chiesa di Santa Maria Latina, struttura sanitaria dell’epoca dove venivano curati e accolti i pellegrini che si recavano in Terra Santa per pregare. Così con l’andare del tempo la missione di Fra’ Gerardo si trasformò in una vera e propria istituzione con la creazione di un ordine religioso dedicato a San Giovanni Battista. Il tutto fino al 15 febbraio 1113 quando Papa Pasquale II riconobbe ufficialmente la comunità monastica degli Ospitalieri di San Giovanni di Gerusalemme. Nel corso dei secoli, l’ordine non ha cambiato il suo volto e la sua “mission” rimane sempre attiva e più viva che mai.

La missione

Oggi come allora, l’Ordine non ha smesso di mettere al primo posto la difesa della dignità della persona, potando il suo aiuto in qualsiasi momento, specie quando in difficoltà. L’Ordine di Malta opera in 120 paesi dove fornisce assistenza alle persone bisognose attraverso le sue attività mediche, sociali e umanitarie e si impegna in modo particolare ad aiutare le persone che sono colpite da conflitti armati o disastri naturali, fornendo assistenza medica, prestando cure ai profughi e distribuendo medicinali e attrezzature di base per la sopravvivenza. In tutto il mondo l’Ordine di Malta si dedica alla tutela della dignità umana e all’assistenza di tutti coloro che hanno bisogno di aiuto, indipendentemente dalla loro origine o religione.

L’Associazione dei Cavalieri

Oltre alle attività diplomatiche e religiose, all’interno dell’ordine esiste anche l’ACISMOM (Associazione dei Cavalieri Italiani del Sovrano Militare Ordine di Malta). La suddetta associazione, grazie ad una serie di convenzioni stipulate con il Ministero della Guerra e successivamente con il Ministero della Difesa, l’Associazione ha dato vita ad un Corpo Militare Ausiliario dell’Esercito Italiano da impiegare per servizi di assistenza in caso di conflitto o calamità naturali. Vi è anche un altro corpo importante denominato CISOM (Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta), ossia una Fondazione di diritto melitense con finalità di protezione civile, sociale, sanitario assistenziale, umanitario e di cooperazione, strumentale al Sovrano Ordine di Malta. Il Corpo opera per portare assistenza e pronto soccorso alle persone in stato di necessità anche in collaborazione con il Dipartimento della Protezione Civile.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *