Torna Vicoli&Sapori a Palazzolo Acreide

6 min read

I vicoli del quartiere medievale di San Paolo a Palazzolo Acreide tornano ad accogliere l’evento Vicoli& Sapori, la due giorni promossa dall’omonima associazione di ristoratori di Palazzolo Acreide nata per la promozione del territorio e della sua cultura gastronomica. L’evento che si avvale del patrocinio della Regione Siciliana (Assessorato Turismo, Sport e Spettacolo) e del Comune di Palazzolo Acreidequest’anno sarà anticipato di una settimana e precisamente sabato 16 e domenica 17 luglio, a partire dalle ore 20.00

Dopo due anni di “quasi” pausa, date le difficoltà causate dal Covid che non hanno consentito il regolare svolgersi della manifestazione bensì solo l’organizzazione di una versione shortdi Vicoli & Sapori, i ristoratori dell’associazione presieduta dallo chef Paolo Didomenico hanno voluto ancora una volta scommettere su una iniziativa che si pone quale obiettivo quello di promuovere  le bellezze della cittadina patrimonio Unesco ed i suoi prodotti tipici rivolgendo il loro caloroso invito a venire ed ammirare Palazzolo Acreide da uno dei suoi angoli più suggestivi.

Il percorso partirà dalla chiesa di San Paolo e si salirà pian piano sino al Castello. Lasciandosi guidare dalle atmosfere che l’evento saprà creare, ci si potrà soffermare nelle postazioni curate dagli chef di Vicoli & Sapori, chef che nei propri piatti continuano a raccontare lo stretto legame tra loro ed il territorio in un vero e proprio viaggio sensoriale, tra storie di uomini e prodotti.

«La ripartenza post-Covid per la nostra amministrazione – spiega il vicesindaco Maurizio Aiello – è stato l’obiettivo principale per non disperdere l’enorme lavoro di promozione iniziato nel 2018. Per la settima edizione di Vicoli & Sapori, gli chef palazzolesi e il Comune di Palazzolo Acreide riprendono un percorso di accoglienza nel luogo più suggestivo dove guardare il tramonto. Con una vista fantastica sulla valle dell’Anapo e l’Etna all’orizzonte, musica dal vivo, atmosfere e suggestioni in uno dei borghi più belli d’Italia. Una foodexperience, che consentirà di scoprire il paese e il quartiere set per “Storia di una capinera” di Franco Zeffirelli, girato nel 1993, andando per i vicoli, seguendo le atmosfere del borgo e assaggiando le ricette dei ristoratori dell’associazione che noi, come Comune continuiamo a sostenere: sono loro che rigenerano la tradizione e raccontano i sapori di un territorio da preservare a tutti i costi».

«Il nostro obiettivo è sempre stato quello di promuovere il territorio palazzolese – afferma il presidente dell’associazione, lo chef Paolo Didomenico -. Quando si parla di Sicilia, soprattutto in estate, si pensa alle spiagge e al mare, ma è proprio in estate che allontanandosi dai luoghi troppo noti e caotici, il visitatore può scoprire una Sicilia dal fascino antico, da assaporare con lentezza: è la Sicilia dei borghi, quella dove ritrovi la sua anima autentica, tra quartieri medievali, palazzi barocchi e chiese. E poi c’è la sua ristorazione, fatta di piatti ricchi di gusto e preparati con materie prime locali, nel rispetto della sostenibilità ambientale, piatti spesso legati alla tradizione gastronomica della città che noi ristoratori custodiamo e che anche quest’anno vogliamo riproporre a quanti parteciperanno alla due giorni».

Ad animare musicalmente le due serate saranno i Sicily in Swing, con dj set e balli swing (il sabato) e Live Band Trio Stock (la domenica). La serata della domenica si arricchirà inoltre di un momento talk alle ore 20.00 con un focus sul tartufo, vera prelibatezza del territorio palazzolese, con la presenza del giornalista Carmelo Maiorca di Slow Food Siracusa e degli esperti di tartufo Santo Spata e Paolo Gallo. Tra gli interventi previsti anche quello di Frankie Terranova, direttore della Strada del Vino del Val di Noto, main partner di questa settima edizione di Vicoli & Sapori, che ha sposato subito la manifestazione convinto dell’importanza del far squadra per il rilancio del territorio. «C’è una grande affinità con l’associazione dei sette ristoratori di Palazzolo – spiega Frankie Terranova- e ciò per una doppia ragione: la prima è che Vicoli & Sapori sa raccontare il territorio mettendo in evidenza anche gli aspetti meno noti ma comunque molto interessanti di quest’angolo di Sicilia, la seconda è che apprezziamo molto l’idea di fare rete, perché conveniente per tutti. Aderiamo quindi con grande entusiasmo a questa manifestazione condividendone appieno la sua visione».

Immancabili, dunque, i vini con la degustazione di diverse etichette curata dalla Strada del Vino del Val di Noto. Sarà possibile assaggiare, inoltre, alcune perle enoiche siciliane proposte dalle cantine Pepi, Catalano e Bagliesi. Fondamentale sarà il supporto delle realtà che hanno aderito alla due giorni ossia Oleificio Carpino, Antico Cuore Verde, Salumificio De Pascalis, Loretana Puglisi Pastificio & Non solo, Pasticceria Caprice e Bar del Corso Infantino.

Partner della manifestazione: Unigroup spa, Slow Food Siracusa, Nigro Catering.

 

 

 

 

L’associazione

Sette ristoranti insieme per una scommessa, quella di contribuire a valorizzare l’offerta gastronomica del proprio territorio, promuovendo la ristorazione a Palazzolo Acreide. È l’associazione di Ristoratori “Vicoli & Sapori” nata nel gennaio 2017 nella cittadina patrimonio Unesco. A farne parte sono: Lo Scrigno dei Sapori, La Taverna di Bacco, Andrea Ristorante, Agriturismo Giannavì, Ristorante Settecento, Trattoria del Gallo e Tenuta San Marco. Un gruppo ben saldo con tanta voglia di fare rete al fine di far crescere l’immagine di Palazzolo Acreide nel mondo puntando su una gastronomica ricca, legata alle tradizioni, al territorio e alla stagionalità: dal tartufo alla salsiccia tradizionale, dai formaggi alle carni, dagli oli alle verdure spontanee. Molte le eccellenze che i gourmet possono degustare nei vari ristoranti aderenti all’associazione, che vuole essere una fucina di idee e luogo di confronto e crescita, in un continuo dialogo fra i soci fondatori e le istituzioni presenti in città, dalle amministrazioni alle scuole, alle associazioni impegnate nella tutela e promozione di prodotti d’eccellenza come Slow Food.

 

Palazzolo Acreide

Patrimonio dell’umanità insieme a tutta la Val di Noto dal 2002, Palazzolo Acreide, cittadina di origini greche incastonata nei monti iblei, non solo può vantare di far parte anche dell’associazione “I borghi più belli d’Italia”, ma di avere una ristorazione di eccellenza tanto che nel 2017 è stata insignita del premio Best in Sicily come miglior comune per l’offerta enogastronomica. A caratterizzare la sua gastronomia vi è in particolare la Salsiccia Tradizionale, prodotto della cultura locale tutelato da Slow Food. Ingredienti sono il suino nero siciliano (la cui storia risale almeno a più di 2600 anni fa, ossia a quando Akrai fu edificata nel 664-663 a.C. dai corinzi siracusani), il peperoncino rosso, il finocchietto selvatico seccato all’aperto ed il vino rosso del Val di Noto. Ben nove i tagli di carne di suino nero entrano in gioco nella sua preparazione che ha come obiettivo finale la qualità assoluta. Tra le eccellenze del territorio vi è il tartufo tant’è che nell’aprile del 2021 Palazzolo Acreide è entrata a far parte dell’Associazione Nazionale Città del Tartufo.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.